Super User

Super User

Pagina 7 di 14

VERBALE DI RIUNIONE CONSULTA “ Pro Marzamemi” del 05/02/2016

giusta Deliberazione di Consiglio Comunale n° 36 del 09/09/2014

 

L’anno 2016, il giorno 5, del mese di febbraio, alle ore 19.00 presso la sede della Pro Loco Marzamemi sita in via Nuova snc a Marzamemi si è riunita la Consulta “Pro Marzamemi”.

Presenti:

Rosita Pignanelli (Presidente della Consulta) – Cinecircolo Cinemafronriera;
Antonino Campisi (Segretario della Consulta) – Associazione Pro Loco Marzamemi;
Pasquale Aliffi – Autonomia Pachinese – Comitato Territoriale Pro Pachino
Presenti inoltre: G. Scala – Assessore all’Urbanistica del Comune di Pachino.
Presente in qualità di uditore: G. Argentino – Consigliere della Pro Loco Marzamemi;

Assenti:

Barbara Fronterrè – CENACO Marzamemi;
Edoardo Caldera – Associazione le Antiche saline;
Angela Marchese – Associazione Luongomare Starrabba e dintorni (invitata nelle more della conclusione dell’iter d’iscrizione alla Consulta pro Marzamemi).

Il Presidente constato che il numero legale dei presenti è stato raggiunto, dichiara valida la seduta e apre la discussione sui temi all’Ordine del Giorno:

  • In merito alle problematiche della viabilità dopo un’ampia discussione la Consulta delibera all’unanimità di proporre l’istituzione di tre diverse tipologie di pass e di assegnare un’area specifica per ogni tipologia di pass:
    • Pass Residenti (famiglie che risiedono stabilmente a Marzamemi – senza limitazioni di pass);
    • Pass Dimoranti (famiglie proprietari di casa, che dimorano nel periodo estivo – 1 pass a famiglia/casa);
    • Pass Lavoratori (1 pass per lavoratore);

Per i turisti affittuari di case e B&B prevedere/concordare specifiche convenzioni con i proprietari dei parcheggi.

  • La Consulta al fine di ovviare al problema della sicurezza e permettere, in caso di necessità ai mezzi di soccorso, una facile via d’uscita, agevolare l’ingresso a Marzamemi degli aventi diritto, di evitare l’ingorgo, decongestionare la Via DEODATO, migliorare la viabilità e la qualità di vita nel tratto che va dalla rotonda della Spinazza all’incrocio di via Montoneri con via Deodato, propone, all’unanimità, le seguenti varianti all’attuale piano del traffico previsto per quella zona:
  • Nella prevista fascia oraria di attivazione della ZTL, utilizzare la rotonda della Spinazza come inizio della ZTL, permettendo il transito solo ai possessori di pass per poter raggiungere le zone di sosta a loro assegnate ed ai fruitori dei parcheggi Arangio, Infante e Bruno. Adottando la summenzionata soluzione, in primis si creerebbe una naturale via di fuga che sarebbe tutta la via Deodato, in secundis i possessori di pass saranno agevolati al raggiungimento delle zone di parcheggio assegnate, utilizzando altre strade alternative per arrivare alla rotonda della Spinazza ed accedere al Paese, in terzis nella Via Deodato si eviterebbe la fila di auto con un miglioramento della qualità di vita e di fruizione dei luoghi.
  • La Consulta considerato l’imminente attivazione delle telecamere a sussidio del controllo del traffico, all’unanimità, propone di attivare nel tratto della Via Marzamemi fino all’incrocio con la via Montoneri il doppio senso di circolazione nel periodo che va dal 15/10 al 15/03.
  • La Consulta al fine di ovviare al problema dell’accesso dei fornitori nel piazzale Balata e nella Piazza Regina Margherita e quindi evitare il danneggiamento delle pavimentazioni da parte anche di mezzi pesanti, dare un immagine ai turisti di ordine e pulizia degna di un posto turistico, propone di potenziare gli stalli di carico e scarico sia sulla via Marzamemi che su viale Jonio. La Consulta propone, inoltre, di far rispettare il divieto assoluto di entrata in Piazza Regina Margherita e Piazzale Balata con qualsiasi mezzo a trazione meccanica.
  • La Consulta, propone di istituire un’area mercatale mattinale (piazzale paninari) al fine di liberare le vie del Borgo dai numerosi ambulanti che stazionano anche in divieto, che non permettono un deflusso omogeneo del traffico durante le ore di apertura della ZTL. In questo modo si creerebbe un polo di attrazione per i turisti, un punto di socializzazione, con il vantaggio di decongestionare le vie di Marzamemi.
  • La Consulta, all’unanimità, propone l’attivazione della ZTL nei seguenti periodi e fasce orarie:
  • Nei giorni festivi da Pasqua (27/03/2016) fino al 12/06/2016;
  • Tutti i giorni dal 15/06/2016 al 15/09/2016;
  • Orari di attivazione della ZTL nei summenzionati periodi, dalle ore 18.00 alle ore 02.00
  • La Consulta, vista la richiesta presentata dal Presidente dell’associazione “Le Antiche saline” Gianluigi PORZIO, al Comune di Noto, in data 04/12/2014, di occupare in comodato d’uso gratuito 100 mq di suolo pubblico in Marzamemi tra le vie Nuova, Montoneri e Arimondi al fine di arredare tale spazio con giochi per bambini, all’unanimità, propone al Signor Sindaco di Pachino, di perorare tale causa presso il Comune di Noto in modo da poter già nell’anno corrente addivenire al raggiungimento dell’importante obbiettivo del compianto Gianluigi PORZIO.

Non essendovi null’altro da deliberare e non avendo nessuno chiesto la parola, il Presidente dichiara sciolta la riunione alle ore 20.30          

 

     Il Segretario                                                                      Il Presidente

     Nino Campisi                                                                   Rosita Pignanelli

VERBALE DI RIUNIONE CONSULTA " Pro Marzamemi" del 08/04/2016

giusta Deliberazione di Consiglio Comunale n° 36 del 09/09/2014

 

L'anno 2016, il giorno 8, del mese di aprile, alle ore 17.00 presso la sede della Pro Loco Marzamemi sita in via Nuova snc a Marzamemi si è riunita la Consulta "Pro Marzamemi".
All'appello risultano presenti:

Rosita Pignanelli (Presidente della Consulta) - Cinecircolo Cinemafrontiera;
Antonino Campisi (Segretario della Consulta) -Associazione Pro Loco Marzamemi;
Pasquale Aliffi -Autonomia Pachinese - Comitato Territoriale Pro Pachino;
Edoardo Caldera - Associazione le Antiche saline
Valentina Cicero - Associazione Lungomare Starrabba e dintorni.

Presenti inoltre:
Andrea Nicastro - Vice Sindaco del Comune di Pachino.

Presenti in qualità di uditore:
Gianni Bordonaro - Associazione Lungomare Starrabba e dintorni;
Corrado Carnemolla - Comune di Pachino;
Silvy Di Mercurio - Associazione le Antiche saline.

Assenti:
Barbara Fronterrè - CENACO Marzamemi;

Il Presidente constatato che il numero legale dei presenti è stato raggiunto, dichiara valida la seduta e apre la discussione sui temi all'Ordine del Giorno:

  • In merito alle problematiche della viabilità, dopo un'ampia discussione, sentito anche il parere dell'Associazione Lungomare Starrabba, la Consulta delibera all'unanimità e a parziale rettifica di quanto stabilito nella riunione del 05/02/2016 di non modificare il senso unico della via Marzamemi e di lasciarlo attivo tutto l'anno.
  • Su proposta dell'Associazione Lungomare Starrabba, la Consulta approva all'unanimità l'istituzione della ZTL prevista per i giorni festivi e il periodo estivo dalle ore 18.00 alle ore 00.
  • Il Vice Sindaco Nicastro, comunica che l'Amministrazione comunale sta provvedendo al posizionamento di nr. 8 bagni con allaccio diretto alla rete fognaria; nella zona ex Zacco.

-la Consulta, all'unanimità, richiede una maggiore comunicazione e sensibilizzazione, a   cura dell'amministrazione in merito alla vendita di bevande in bottiglie di vetro.

  • La Consulta, all'unanimità, richiede all'Amministrazione, considerato che il piano dei parcheggi sperimentato nell'anno 2015 ha avuto un buon risultato, di provvedere alla rimozione di vasi di fiori e blocchetti di tufo, posizionati ai bordi delle vie interne di
  • La Consulta richiede all'amministrazione comunale di Pachino di richiedere un incontro con i rappresentanti del comune di Noto per discutere dei problemi delle Contrade Spinazza e San Lorenzo, soprattutto in previsione dell'eccezionale afflusso di turisti nei periodi del 25/04,1a maggio e durante la stagione esti

Non essendovi null'altro da deliberare e non avendo nessuno chiesto la parola, il Presidente dichiara sciolta la riunione alle ore 19.00.

DOWNLOAD DOCUMENTO ORIGINALE

Daddolata di tonno con verdure in agrodolce e pioggia di mandorle di Avola

Ingredienti per 4 persone:

520g di filetto di tonno fresco, 300g peperoni rossi e gialli, 300g zucchini, 200g di carote, 200g melanzana, 200 g cipolla rossa, 200g di pachino, 200g mandorle pelate,3 cucchiai di zucchero, aceto rosso q.b. foglie di menta, sale e pepe del mulinello, olio extravergine.

Procedimento:

Prendete il tonno e tagliatelo a cubetti, prendete tutte le verdure che avete lavato precedentemente e tagliateli a dadi e metteteli da parte. Tagliate la cipolla a julienne e mettetela in una padella con un filo d’olio e fate appassire. Aggiungete prima le carote e fate cuocere per qualche minuto, ripetete la stessa operazione con i peperoni, gli zucchini, le melanzane e i pachino tagliati a metà e aggiustate di sale e pepe ,questo procedimento serve a dare a ogni verdura la sua cottura. Finito la cottura delle verdure aggiungiamo il tonno e cuociamolo solo 3 minuti. A questo punto aggiungiamo  lo zucchero con l’aceto e amalgamiamo bene per ottenere l’agrodolce e profumiamo con della menta fresca e finendo con le mandorle tostate.

La ricetta è stata realizzata dallo Chef Giuseppe Argentino per la Pro Loco Turistica di Marzamemi.

Il territorio di Pachino con Marzamemi non è da considerarsi esclusivamente una meta balneare da godersi nei mesi estivi per il mare cristallino e le sue spiagge, ma con le sue affascinanti campagne offre la possibilità di vivere esperienze uniche e sensoriali. Un insieme di colori e profumi che, in base al periodo dell'anno, assumono sfumature irriproducibili in nessun altra parte del mondo, che rimangono nella mente e soprattutto negli occhi di coloro che scelgono le nostre località.

Alla scoperta del Nero di Pachino
Pachino è la patria del Nero d'Avola che ha scritto la storia di fine 800' grazie ad uno dei più grandi interpreti di quel periodo, il Marchese Antonio Di Rudinì. Appartenente alla famiglia Starrabba fondatrice della città, fu colui che ebbe l'intuizione di far diventare Pachino centro indiscusso del vino di tutta la Sicilia. Il Palmento Di Rudinì, considerato una vera e propria industria di trasformazione dell'uva Nero d'Avola, rappresenta oggi la storia vivente di quel periodo d'oro...tutto il vino prodotto nell'isola veniva chiamato Nero di Pachino.

I terreni calcareo-argillosi, il mare, il sole e il clima con inverni miti ed estati calde hanno permesso a questo vitigno di trovare l'habitat favorevole per potersi esprimere con colore rubino carico, sensazioni marine, grande struttura e potenza.

Lasciandoci alle spalle la città del Barocco, in direzione Pachino-Marzamemi, verremo avvolti  subito da una distesa di vigneti ad alberello pachinese che guardano la Riserva di Vendicari e che proseguono verso i grandi crù...Maccari, Bufalefi e San Lorenzo. Importanti cantine sorgono lungo la via per Pachino.

Addentrandosi all'interno delle campagne, sulla S.P. Pachino-Rosolini, verremo avvolti da filari di vite che da Marzo a Novembre colorano i nostri occhi con giochi di luce e di riflessi azzurri del cielo limpido del paese più assolato d'Europa. Baroni, Burgio e Buonivini sono le altre zone di grande importanza per il vino e che meritano sicuramente una sosta di degustazione.

Pachino quindi è il Nero d'Avola per eccellenza con due Doc di riferimento, Doc Eloro con Sottozona Pachino e Doc Noto la quale comprende un altro importante vitigno come il Moscato di Noto.

Il nostro viaggio non si può non concludere senza una visita nell'importante Palmento Di Rudinì, oggi Ecomuseo del Mediterraneo collocato di fronte al Porto Fossa di Marzamemi per motivi strategici e commerciali. Da appuntare anche il Museo Nobile del Vino di Pachino, una affascinate collezione di oltre 300 pezzi che raccontano vicende fatte di uomini e di palmenti.

Il Pomodoro...oro rosso di Pachino
Il territorio di Pachino può considerarsi un giacimento di sapori e di eccellenze enogastronomiche capaci di tradurre le sue unicità. Il pomodoro è uno dei gioielli più conosciuti al mondo che unisce il calore della terra, l'energia del sole e la brezza salina del mare. Le coltivazioni infatti distendono a ridosso delle coste e precisamente nella zona di Portopalo di Capo Passero, nella punta più estrema d'Europa con l'Isola delle Correnti.  I terreni sabbiosi e l'acqua di irrigazione leggermente salmastra conferiscono al pomodoro quel sapore dolce riscontrabile solo nella frutta grazie al contenuto zuccherino che arriva ad 80° Brix. Il colore rosso accesso e uniforme in fase di maturazione è il risultato dell'elevato tasso di concentrazione di luminosità; infatti l'Unione Europea ha dichiarato Pachino il paese più assolato d'Europa.  Il segreto sta nel territorio con le sue straordinarie caratteristiche e merita di essere scoperto. Esplorando le campagne vicine al mare è possibile raggiungere in direzione Portopalo di Capo Passero,   l’Isola delle Correnti e Carratois, spiagge paradisiache e mete ambite non solo per i bagnanti ma anche da chi si vuole confondere nelle trasparenze del Mar Mediterraneo, nelle distese rosse di pomodoro, nei riflessi ocra dell'argilla mentre il vento africano ti accarezza e fa ritrovare se stessi.

Nel vostro percorso è facile imbattersi in diverse aziende di produzione del Pomodoro di Pachino Igp ed è possibile chiedere una visita, partecipare alla raccolta e degustare il pomodoro nelle sue diverse qualità.

Pagina 7 di 14

Chi Siamo

La Pro Loco Marzamemi è un’Associazione di volontariato, di natura privatistica, senza fini di lucro, con valenza di pubblica utilità sociale, e con rilevanza di interesse pubblico.

Meteo

giweather joomla module
طراحی سایتسفارش سئوکاشت موbet script
Questo sito Utilizzia i cookie per migliorare la navigazione. Continuando ad utilizzare questo sito, si da il consenso per l'utilizzo dei cookie. More details…